Il mio “blocco” creativo (e come lo risolvo)

Ci sono mattine in cui mi sveglio e la mia testa sta già girando a duemila giri al minuto: pronta, scattante e reattiva.

Poi ci sono altre mattine in cui sento un mattone piazzato nel centro del cervello che non lascia oltrepassare le buone idee fino a me.

Stamattina è uno di quei giorni; sono preoccupata perchè – stasera – incontrerò dei clienti che hanno delle precise richieste per uno spazio molto piccolo e la soluzione che ho trovato al momento non mi convince al 100%.

Eccolo lì il mattone di oggi: la micro stanza con tante necessità che blocca le mie solite idee pazzerelle e colorate.

Ok – penso – niente panico; troverò una soluzione per stasera!

Ma che fare in questi momenti?

Sicuramente sedersi a contemplare pianta della camera, cercare di applicare mobili e ingombri risulta inutile.

Allora faccio altro.

Mangio colazione, ballo scatenata con il mio bambino, sposto la disposizione dei libri, faccio qualche faccenda di casa, preparo un tè, faccio la doccia e – finalmente

EUREKA!

L’idea arriva; la vedo lì davanti ai miei occhi; la sento che spacca quel mattone nella mia testa e lascia – finalmente – che le mie folli idee tornino fluide a riempire la mia cassa cranica.

Penso che tutte quelle attività scollegate dal problema mi abbiano aiutata a risolverlo.

Penso anche che – alla fine – lo faccio più spesso di quanto immagino.

Ecco le mie principali fonti di disconnessione per i blocchi creativi:

  1. PRATICARE YOGA sicuramente è la prima fonte di disconnessione (e guarigione dei malumori in genere); io pratico un tipo di yoga più dinamico del tradizionale e lo trovo sensazionale
  2. BERE UN TE’ CALDOanzi – vulcanico! Amo il tè in tutte le sue forme e mi piace il suo gusto intenso; annusarlo e assaporarlo riesce a scollegare la testa.
  3. GIOCARE CON MIO FIGLIO è una delle attività che preferisco – anche perché – giocare con lui mi aiuta anche a trovare un sacco di idee nuove.
  4. CAMMINARE ALL’ARIA APERTA e respirare a pieni polmoni tutto ciò che la natura mi offre.
  5. ASCOLTARE PODCAST è la forma più recente di sblocco del cervello e – non so perché – mi aiuta un sacco; tendenzialmente ascolto tematiche che non c’entrano con la mia professione o addirittura audio racconti.

Sicuramente ognuno di noi ha delle preferenze e attività differenti.

Mi piacerebbe sapere come fai tu a liberare la mente in modo efficace.

Lascia un commento qui sotto oppure scrivimi su Instagram; sarò felice di provare anche i tuoi metodi e vedere se con me hanno lo stesso effetto!

Un abbraccio, alla prossima!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...